Social media in Cina, la centralità del fattore KOL

Redazione
23 apr 2019

KOL, Key Opinion Leader. Termine familiare anche nel nostro occidente e a volte, impropriamente, diversamente declinato in influencer. Ma per i social media in Cina proposizione e importanza del soggetto cambiano, eccome.

L'ecosistema cinese

Premessa: un'economia in rapida crescita, un uso sempre maggiore di Internet e la progressiva onnipresenza degli smartphone. Questo è esattamente ciò che è accaduto in Cina negli ultimi 10 anni. E il risultato è il più grande ecosistema di media digitali e sociali del mondo.

Questa crescita continua e parallela ha permesso alla Cina di sviluppare un panorama di social media che per dimensioni, unicità e dinamismo, non trova equivalenti al mondo.

Guardando alla diffusione, più di 800 milioni di internauti che trascorrono in media 2 ore al giorno sui social media. Se guardiamo, invece, all’ unicità, il Great Firewall è un sistema di controllo che filtra secondo le severe regole dello stato i contenuti dei social media occidentali. Un isolamento, di fatto, che ha determinato la nascita di un ecosistema cinese con caratteristiche proprie.

Infine, il dinamismo: difficile tenere traccia delle nuove piattaforme emerse negli ultimi anni, tutte oltre i 100 milioni di utenti. Si pensi a WeChat, Dianping, Xiaohongshu, Baidu, Alibaba e Ctrip solo per citarne alcuni. Ognuna di queste piattaforme ha un'autentica proposta di valore e dispone di un vasto seguito. 

C’è poi il caso Douyin, affermatosi anche nel nostro occidente come TikTok, una piattaforma per la condivisione di brevi video. L’azienda proprietaria, Beijing ByteDance , ha dichiarato martedì scorso che il numero dei suoi utenti attivi mensili globali ha raggiunto i 500 milioni.

Ruolo e importanza

L’ uso così diffuso delle piattaforme di social media corrisponde al ruolo molto più importante nella società e nella vita quotidiana dei cinesi e, soprattutto, nel marketing.

I consumatori cinesi, una categoria a sé stante, vivono su piattaforme di social media. I social media post sono prima di tutto e soprattutto una fonte d'ispirazione per lo stile di vita e lo shopping. Le user journey sono attentamente progettati per soddisfare l'inesauribile ricerca di informazioni sui prodotti da parte dei consumatori  cinesi. L'uso dei big data, combinato all'intelligenza artificiale, permette un numero sempre più ampio e differenziato di offerte ed esperienze personalizzate.

La vera e propria rivoluzione nasce, però, dall’enorme opportunità di marketing digitale indotto dall'ecosistema. Sfruttare tali piattaforme per raggiungere l’enorme bacino di utenti è un tramite di cui le aziende più innovative e lungimiranti non possono fare a meno. Come farlo, e nel modo giusto, per massimizzare il ritorno sull'investimento è la cosa più difficile.

Key Opinion Leaders

Una soluzione è offerta da un'ondata di innovatori che hanno riconosciuto il potere dei social media e hanno deciso di utilizzarli a loro vantaggio: i KOL, appunto.

La loro influenza e il loro ruolo nell'ecosistema digitale cinese sono notevoli,  soprattutto se comparati ai blogger occidentali. Nel complesso, esercitano una forte influenza sui loro follower e, come risultato, svariate aziende occidentali ne hanno riconosciuto l'importanza includendoli nelle loro strategie di marketing.

L’offensiva dei KOL sembra inarrestabile. Per I brand occidentali, quindi, è tempo di adattarsi e di trarne il miglior vantaggio possibile.

retex